Cose da vedere a ROBELLA D'ASTI  
 


Stemma di Robella d'Asti

La prima visita Ŕ alla barocca Chiesa di San Francesco all'interno del cimitero. Percorrendo Via Radicati troviamo, all'incrocio con la pro-
vinciale, Piazza Vittorio Veneto, quasi interamente occupata dalla Parrocchiale di San Giacomo e della Beata Vergine Assunta. Edificata nel '700 e pi¨ volte rimaneggiata, la chiesa principale di Robella, Ŕ un edificio dalle linee semplici ed essenziali, con una facciata ottocentesca ed un campanile barocco.
AI suo interno sono conservate le reliquie di San Feliciano.  Sulla destra della chiesa un piccolo viottolo ci conduce all'ingresso del Castello: si tratta di un edificio a pianta irregolare, probabilmente eretto nel trecento, circondato da un notevole parco.
Nel corso della sua storia ha subito svariati assedi e pi¨ volte Ŕ stato rimaneggiato; l'aspetto attuale risale alla seconda metÓ del XVIII secolo.
All'inizio di via Radicati si trova il Casale Armanda, gÓ proprietÓ di Rolfo Giacinto e attualmente proprietÓ della famiglia Calvo.
Ritornando alla piazza si prende Via Robilant, alla fine della quale vi Ŕ il Palazzo Comunale.
Pochi metri dopo inizia Via Romita e, sulla sinistra, un cancello cela un ingresso al parco del castello.
Proseguendo ancora si arriva in Piazza Martini, con  
il monumento omonimo, da dove, a sinistra, la Via Circonvallazione ci porta alla piccola e graziosa frazione Cortiglione. Oltre la piazza, all'incrocio con Via Rolfo e Via Cesare Battisti, trovia- mo la Cappelletta votiva dell'Immacolata Concezione.
Passeggiando a Cortiglione, invece, possiamo visitare la Parrocchiale di Sant'Eusebio, costruita nel 1600 e protetta da un rimarchevole portale 
ligneo di squisita fattura. Sperse nei boschi sono ancora visitabili le antichissime  Cappelle Votive a memoria di lontane battaglie vinte. 
In localitÓ Cavallo Grigio possiamo invece ammirare la Chiesa di San Zenone, di origine romanica.
 
 
Per contattarci scrivete a: pierangelo@casale-armanda.it